Home / Calcio / Roma-Napoli, gara a rischio: raduni vietati e stadio blindato

Roma-Napoli, gara a rischio: raduni vietati e stadio blindato

Il match Roma-Napoli si preannuncia già davvero caldo, non solo per i tre punti in palio ma anche per una rivalità storica tra le due tifoserie che spesso è sfociata in episodi tragici. I partenopei vanno a gonfie vele dopo aver vinto tutte e sette le sfide dall’inizio della stagione, mentre la Roma è in grande ripresa dopo un inizio claudicante.

Roma-Napoli è un match molto caldo anche dal punto di vista dell’ordine pubblico. La Prefettura ha valutato e sta valutando se anticipare la sfida o se mantenere l’orario attuale che prevede il match alle ore 20,45 di sabato 14 ottobre. Il fatto che la trasferta sia stata vietata ai tifosi provenienti dalla Campania non garantisce che tutto si svolgerà regolarmente e che non ci saranno disordini.

Già in autostrada verranno effettuati i controlli dei biglietti, circa 4 mila, che verranno riservati ai tifosi partenopei non provenienti dalla Campania. Si stima che dalle zone di Terracina, Gaeta e Formia giungeranno parecchi tifosi azzurri per sostenere la squadra di Sarri. I poliziotti impegnati saranno oltre un migliaio, mentre delle bonifiche capillari verranno effettuate nel pomeriggio di venerdi e per tutta la giornata di sabato fino al momento dell’atteso evento. In passato, l’omidicio di Ciro Esposito diede vita ad una faida tra le due tifoserie più ribelli che da allora non ha mai avuto fine. Le forze dell’Ordine dovranno fare gli straordinari per evitare che all’esterno dello stadio possano scoppiare disordini.

About Redazione

Check Also

Roma, Baldissoni: ‘Rinvio per lo stadio? Sarebbe un danno incalcolabile’

Cresce l’attesa per la costruzione del nuovo impianto a Tor di Valle, le parole di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *