Home / Calcio / Rio 2016: luci e ombre per il canottaggio italiano, Zublasing solo quarta nella carabina

Rio 2016: luci e ombre per il canottaggio italiano, Zublasing solo quarta nella carabina

Mattinata tra luci e ombre quella di Rio 2016 per i colori azzurri. Dopo i due argenti di ieri conquistati da Innocenti nel double trap e da Di Francisca nel fioretto, la giornata si apre con l’amara delusione dell’otto azzurro nel canottaggio. L’imbarcazione italiana è stata eliminata, giungendo quinta nel ripescaggio.
Nella carabina 50 metri, bene l’azzurra Petra Zublasing che ha chiuso al comando le eliminatorie e che a lungo ha cullato il sogno di una medaglia, fallendo gli ultimi due tiri e piazzandosi solo quarta ad un passo dal bronzo.
Il quattro senza azzurro (Castaldo-Lodo-Montrone-Vicino) giunge terzo dietro a Australia e Sudafrica, un piazzamento che consente all’equipaggio italiano di garantirsi la finale di venerdi.
Male il due pesi leggeri azzurri: Miani-Micheletti non vanno oltre il quarto posto beffati ad un sospiro dal traguardo dalla Polonia. Per Miani e Micheletti la finale rimane un miraggio.
Altra debacle per il canottaggio azzurro deriva da Bertolasi e Alessandra Patelli giunte solo seste (7.45.44). Per loro ci sarà solo la finale di consolazione.

Leggi anche

Tutti pazzi per James, Napoli aspetta il campione colombiano

Se le vicende del calciomercato si potessero raccontare in un film De Laurentiis non potrebbe …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *