Home / Calcio / Milan, la cordata cinese sceglie il futuro team manager: i dubbi di Bloomberg sul closing

Milan, la cordata cinese sceglie il futuro team manager: i dubbi di Bloomberg sul closing

Le preoccupazioni rilanciate da Bloomberg sulla presunta inaffidabilità finanziaria della cordata cinese che rileverà la quasi totalità delle quote azionarie del Milan ha seminato il panico tra i tifosi rossoneri, anche se ha lasciato totalmente indifferente l’attuale proprietà del Milan, secondo quanto raccontato nelle pagine odierne de ‘La Gazzetta dello Sport’.
L’attuale proprietà è certa che entro il 2016 si perfezionerà il closing e intanto la famiglia Berlusconi ha già incassato la caparra di 100 milioni a suggello della buone fede dei nuovi proprietari con gli occhi a mandorla.

La dirigenza sta lavorando alacremente anche in ottica futura. Marco Fassone, amministratore delegato scelto dalla nuova proprietà, nei prossimi 10 giorni svelerà il nome della bandiera del Milan che ricoprirà il ruolo di team manager e al quale verrà affidato il delicato compito di curare i rapporti con la tifoseria rossonera, da tempo frustrata per i pessimi risultati sul campo.
Accantonate le piste che portano a Demetrio Albertini e Billy Costacurta, il favorito d’obbligo che alla fine riceverà la nomina in pectore sarà Paolo Maldini. L’unica alternativa credibile, al momento, è quella di Massimo Ambrosini.

About Redazione

Check Also

Champions League: Chelsea-Barcellona 1-1, azulgrana cinici e fortunati

Chelsea e Barcellona si dividono la posta nel big match degli ottavi di finale di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *