Home / Calcio / Disastro Roma: fuori dalla Champions, finisce in 9 uomini

Disastro Roma: fuori dalla Champions, finisce in 9 uomini

La Roma non fa tesoro dell’1-1 dell’andata, viene sconfitta malamente per 3-0 all’Olimpico ed è costretta ancora una volta a dire addio alla Champions League già nei preliminari, buttando via quanto fatto nella scorsa stagione.

Una prestazione condizionata dalla rete iniziale di Felipe, giunta all’8′ minuto, sugli sviluppi di un calcio di punizione sul quale il difensore lusitano è stato messo in condizione di svettare indisturbato, approfittando di una distrazione di Juan Jesus. La Roma si getta in avanti e sfiora il pari in almeno due occasioni con Dzeko e Salah.

Poi è iniziato il disastro, con la prima espulsione di De Rossi che commette un fallo tanto ingenuo quanto grave sotto gli occhi dell’arbitro intervenendo con il piede a martello su Maxi Pereyra. Giusto il rosso diretto.

Nella ripresa la Roma prova generosamente a risalire la china in inferiorità numerica, ma il Porto si difende con ordine concedendo pochissimo ai giallorossi e pungendo sovente in contropiede. Poi l’altra espulsione che porta la ‘firma’ di Emerson Palmieri, subentrato nel primo tempo a Paredes dopo la prima espulsione. Il brasiliano commette un fallo analogo a quello di De Rossi e viene spedito sotto la doccia in anticipo, compromettendo definitivamente le possibilità di qualificazione dei giallorossi.

Il Porto, in superiorità di due uomini, contiene lo sterile forcing giallorosso, e sigla altre due reti nel finale che completano la disastrosa serata giallorossa. Vanno a segno Layun prima e Corona poi, fra i fischi dei tifosi giallorossi, inviperiti per il modo con il quale i giallorossi hanno dilapidato l’ottimo risultato conquistato all’andata. L’Italia, come negli anni passati, continuerà a schierare solo due squadre nella fase a gironi di Champions League. La Roma ‘retrocede’ in Europa League.

About Redazione

Check Also

Calciomercato Juventus, Morata si avvicina: pranzo a Milano con Paratici

La Juventus e Alvaro Morata sono destinati a riabbracciarsi due anni dopo la partenza verso …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *