Home / Altro / Siti Scommesse Stranieri che operano legalmente in Italia
siti scommesse stranieri

Siti Scommesse Stranieri che operano legalmente in Italia

Nel settore dei giochi gli operatori stranieri rappresentano gran parte del mercato, ci sono infatti paesi che per cultura e tradizione sportiva hanno esportato in tutta Europa la consuetudine del gioco, i siti scommesse stranieri sono stati infatti i primi a regolarizzare il mercato del betting e a sviluppare piattaforme di gioco che poi sono state elaborate e distribuite anche ad altro operatori.

Per quanto riguarda le nazioni più importanti, dove il gioco, le scommesse sportive, le piattaforme di casinò online si sono sviluppate in maniera importante troviamo senza dubbio il Regno Unito, con l’Irlanda e l’Inghilterra tra i paesi più importanti, complice anche una speciale legislazione sul gioco e una tassazione agevolata che ha contribuito a far crescere da prima le sale scommesse e le ricevitorie di gioco fisiche sul territorio e, successivamente, ha portato allo sviluppo dei portali di gioco più famoso. Tra i siti scommesse stranieri più famosi che hanno sede in Irlanda troviamo ad esempio William Hill, che ha sede a Londra, Bet365 che ha sede a Stoke on-Rent sempre in Inghilterra e Paddy Power che ha sede in Irlanda. Tra gli altri paesi importanti per il gioco online e le scommesse sportive troviamo l’isola di Malta, qui hanno sede tra gli altri BetClic, Stanley Bet, Bet at Home e Unibet. Con la regolamentazione nazionale ed europea, anche i siti scommesse stranieri hanno dovuto regolarizzare la loro posizione per operare in Italia, rispettando le regole previste dalla concessione Aams. Nei casi specifici, questa disciplina del settore rappresenta una sicurezza importante per il giocatore che può aprire un conto di gioco regolare che prevede i limiti del gioco responsabile, tutela le normative sulla privacy per i propri dati personali e utilizza sistemi di incasso e di pagamento certificati e sicuri.

Giocare su un sito che non rispetta la regolamentazione Aams è illegale in Italia, il giocatore non è tutelato dalla legge e in caso l’operatore decida di chiudere il sito da un momento all’altro, chiudendo con esso anche con di gioco con vincite, non si può richiedere nessuna tutela nel nostro paese. A livello fiscale e quindi per quanto riguarda gli oneri che gli operatori nel settore del gioco sono tenuti a rispettare in Italia, i siti scommesse stranieri non autorizzati non versano Iva ed imposte in Italia, pertanto le eventuali vincite su questi bookmakers si devono dichiarare in maniera autonoma con una doppia tassazione, in Italia e nel paese estero dove ha sede l’operatore.

About Redazione

Check Also

Federica Pellegrini nella storia: trionfa nei 200 stile libero, vincendo l’oro mondiale

Federica Pellegrini si conferma una delle più forti nuotatrici di sempre, andandosi a prendere la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *