Home / Calcio / Serie A: risorge l’Inter, Juve a fatica, la Roma tiene il passo, vola l’Atalanta

Serie A: risorge l’Inter, Juve a fatica, la Roma tiene il passo, vola l’Atalanta

Nella dodicesima giornata di serie A, torna al successo l’Inter che sconfigge il Crotone per 3-0 dopo avere sofferto per 80 minuti contro i coriacei calabresi. Un risultato eccessivo che penalizza oltre i propri demeriti la squadra di Nicola, che fino a 10 minuti aveva cullato il sogno di uscire imbattuta da San Siro. I nerazzurri hanno trovato tre reti nel finale, portandosi in vantaggio a sei minuti dalla conclusione con Perisic e allungando le distanze grazie ad una doppietta di Icardi (la prima rete su rigore).

La Juventus continua a condurre le danze in classifica espugnando anche il Bentegodi, e piegano nel finale un Chievo mai domo. Primo tempo a reti bianche, poi è Mandzukic a trovare l’imbucata vincente approfittando di un errore marchiano della difesa scaligera. Il Chievo non si da per vinto e conquista un penalty con Pellissier che trasforma impeccabilmente . La Juventus soffre ma trova il nuovo vantaggio grazie a Pjanic che realizza il primo centro stagionale su punizione. Il bosniaco lascia di sasso Sorrentino, trovano un angolo impossibile che vale i tre punti per la banda di Allegri.

La Roma tiene il passo dei bianconeri e conferma il -4 in classifica strapazzando il Bologna grazie ad una splendida prestazione di Salah (tripletta per lui) sorretto da un Perotti in grande spolvero. Successo corsaro per il Milan che vince a Palermo per 2-1, ma soffrendo oltremodo la carica agonistica degli avversari, che avrebbero meritato miglior fortuna. I rossoneri vanno in vantaggio con Suso, ma poi si addormentano e nella ripresa vengono riacciuffati dal solito Nestorovskj bravo a capitalizzare una delle poche palle gol capitategli sui piedi. E’ Lapadula, nel finale, a trovare di tacco la rete del nuovo vantaggio rossonero, dopo che la squadra di Montella è stata dominata per lunghi tratti dall’asfissiante pressing rosanero.

Fiorentina, continua il tabù del Franchi, l’Atalanta vola

Grigio pareggio interno della Fiorentina, che manca l’ennesima occasione per far sua l’intera posta in palio al Franchi. I viola si portano in vantaggio con una rete fortunosa di Bernardeschi, poi si specchiano troppo e come Narciso finiscono dentro la pozza d’acqua. I blucerchiati trovano il pari nella ripresa con Muriel e sprecano più volte la rete del clamoroso sorprasso. Nel finale anche la viola spreca malamente un paio di occasioni propizie senza trovare la stoccata decisiva a pochi passi da Puggioni.

Successo strepitoso di un’Atalanta che non la smette di stupire. Gli orobici passano sul campo del Sassuolo con una facilità estrema segnando tre reti nella prima frazione con Gomez (in evidente posizione di offside) Caldara e Conti e annichilendo con un gioco semplice e lineare uno spento Sassuolo provato dagli impegni infrasettimanali di Europa League e privo di tantissimi titolari.

L‘Empoli affonda un Pescara ormai alle corde e sfiduciato. I toscani in una sola gara realizzano il doppio delle reti fin qui siglate in campionato nel 4-0 finale dell’Adriatico (finora avevano totalizzato la miseria di 2 gol). Alla doppietta di Maccarrone fanno seguito le reti di Pucciarelli e Saponara in una sagra del gol in salsa toscana che umilia la banda di Oddo, la cui panchina appare davvero in bilico.

Si dividono la posta Genoa e Udinese con due reti siglate nella prima frazione. E’ Thereau a portare in vantaggio i friulani che vengono quasi subito raggiunti da un prezioso colpo di testa di Ocampos, alla prima rete nel campionato italiano.

TORINO-CAGLIARI (sabato) 5-1 NAPOLI-LAZIO 1-1 PESCARA-EMPOLI 0-4 CHIEVO-JUVENTUS 1-2 GENOA-UDINESE 1-1 PALERMO-MILAN 1-2 SASSUOLO-ATALANTA 0-3 FIORENTINA-SAMPDORIA 1-1  INTER-CROTONE 3-0 ROMA-BOLOGNA 3-0.

LA CLASSIFICA
30 Juventus
26 Roma
25 Milan
22 Lazio, Atalanta
21 Napoli
19 Torino
17 Fiorentina, Inter
16 Genoa, Cagliari
15 Chievo Verona, Udinese, Sampdoria
13 Bologna, Sassuolo
10 Empoli
7 Pescara
6 Palermo
5 Crotone
Fiorentina e Genoa una gara in meno

About Redazione

Check Also

infantino

Infantino, via la finestra di mercato invernale e nuove regole per gli agenti: ‘Ecco come cambio il calcio’

Gianni Infantino, il presidente della Fifa, aveva promesso qualche mese fa la rivoluzione del calciomercato. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *