Home / RIO 2016 / Schwazer, squalifica shock, il Tas gli infligge 8 anni: ‘Sono distrutto’

Schwazer, squalifica shock, il Tas gli infligge 8 anni: ‘Sono distrutto’

Aveva deciso di venire ugualmente a Rio con il progetto di disputare una grande Olimpiade, ma la sentenza del Tas gli ha, in pratica, distrutto la carriera rifilandogli otto anni di squalifica. E’ pesante come un macigno la decisione del Tas per il marciatore italiano Alex Schwazer, con la sentenza giunta dopo quasi due giorni di camera di consiglio.

Il marciatore aveva già scontato quattro anni di stop, per la positività all’epo, allora alla vigilia dei Giochi di Londra. Il tribunale ha sposato in pieno la richiesta della Iaaf che pretendeva una lunga squalifica per il marciatore altoatesino, tenuto conto della recidività dopo la positività agli steroidi nei controlli dello scorso gennaio. Questa volta l’atleta azzurro, a differenza della volta precedente, non ha voluto riconoscere i risultati del test, confutandone la buona fede e gridando al complotto. Il suo pool di legali e il suo tecnico, Sandro Donati, hanno fatto di tutto per dimostrare l’inconsistenza di quei controlli, tenuto conto del fatto che nei controlli successivi Schwazer era risultato negativo.

‘Procederemo con l’esame del Dna e con tutto quello che potremo fare per arrivare alla verità, siamo davvero molto delusi’ ha commentato Thiefenbruener, uno dei legali del pool del marciatore altoatesino. Lapidario il commento dell’atleta: ‘Sono distrutto‘. Sono queste le uniche parole che ha saputo pronunciare, poi si è chiuso nel suo silenzio in preda ai fantasmi del passato per un calvario che ritorna.

Leggi anche

Phelps è il Re della notte di Rio 2016, con il 22.mo titolo in carriera: gli altri risultati

Il Re della notte di Rio 2016 è ancora lui, il nuotatore americano Michael Phelps …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *