Home / Calcio / Qualificazioni Russia 2018: quanti soldi ci rimetterebbe la federazione in caso di flop

Qualificazioni Russia 2018: quanti soldi ci rimetterebbe la federazione in caso di flop

Mancare l’obiettivo della qualificazione Mondiali 2018 a Russia 2018 potrebbe davvero costare tantissimo alla federazione, oltre a perdere in prestigio.
Tenendo conto dei dati degli ultimi bilanci FIGC, qualificarsi ai Mondiali ha portato una decina di milioni nelle casse della Federcalcio.
Nel 2014, nonostante un percorso disastroso ai mondiali del Brasile la FIGC ha incassato circa 7,8 milioni di euro solo per la partecipazione della squadra al Campionato del Mondo 2014. Proventi ai quali vanno sommati anche quelli legati alla sponsorizzazione.

Nel 2014 la FIGC ha registrato infatti circa 2 milioni di euro in più per quanto riguarda le royalties dallo sponsor tecnico, legati al merchandising su magliette e prodotti ufficiali della nazionale. In occasione della partecipazione a grandi eventi, soprattutto ai Mondiali, queste cifre si alzano in modo importante. Questo vuole dire che partecipare ai Mondiali potrebbe garantire poco più di 10 milioni solo per la stessa qualificazione, indipendentemente dalle gare vinte.

La fetta da spartirsi per i mondiali di Russia è di circa 791 milioni di dollari, il 40 per cento in più rispetto alla precedente edizione del 2014, che le 32 squadre partecipanti dovranno spartirsi anche in base ai risultati raggiunti.
Alla squadra che alzerà la coppa andranno circa 38 milioni di dollari mentre la squadra finalista riceverà 28 milioni, e la terza classificata ne incasserà 24.

About Redazione

Check Also

Champions League, Roma sconfitta in Ucraina per 2-1: Under ancora in gol

Roma bella solo a metà nella gara di andata a Karkhiv contro lo Shaktar Donetsk. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *