Home / Altro / Olimpiadi invernali 2026 all’Italia. Come verrà organizzata Milano-Cortina
Inizia il count down per l'Olimpiade invernale 2026 a Milano e Cortina

Olimpiadi invernali 2026 all’Italia. Come verrà organizzata Milano-Cortina

Le Olimpiadi invernali del 2026 sono state assegnate ufficialmente all’Italia. La buona notizia, rimbalzata subito sui principali organi di informazione, ha rappresentato indiscutibilmente un successo per la candidatura di Milano-Cortina che ha battuto la concorrenza svedese con le città Stoccolma ed Are.

Oltre che a Milano e Cortina, le Olimpiadi invernali del 2026 coinvolgeranno però altre aree di Lombardia e Veneto, oltre che delle province autonome di Trento e Bolzano. Le gare delle Olimpiadi invernali del 2026 si svolgeranno dal 6 al 22 febbraio.

Bisognerà aspettare l’edizione invernale organizzata in Cina nel 2022 e poi si tratterà di aspettare altri quattro anni. E nel frattempo bisogna realizzare le opere necessarie affinché un’avventura del genere possa svolgersi al meglio.

Inizia il count down per l’Olimpiade invernale del 2026 che si svolgerà a Milano e Cortina

Le discipline e le sedi di gara

Le discipline sportive previste per l’Olimpiade invernale del 2026 saranno quindici. Le sedi dove le gare avranno luogo quattordici. Ci saranno 15 discipline e 14 sedi di gara, ed è prevista l’assegnazione di 95 medaglie. A Milano ci saranno gare di hockey, pattinaggio artistico e alcune gare di pattinaggio in linea (short track).

In Valtellina ci saranno gare di sci maschile, a Livigno gare di snowboard, in Val di Fiemme lo sci di fondo, a Predazzo le gare di salto con gli sci. A Cortina d’Ampezzo ci saranno le gare di curling, sci femminile, bob, skeleton e slittino. La sede del biahtlon sarà ad Anterselva, nella provincia autonoma di Bolzano.

Nella provincia autonoma di Trento, invece, per la precisione a Baselga di Piné, Tesero e Predazzo, verranno organizzate le gare di pattinaggio di velocità, sci di fondo e salto con gli sci. San Siro ospiterà la cerimonia di apertura dei giochi prevista il 6 febbraio mentre quella di chiusura verrà ospitata dall’Arena di Verona il 22 febbraio.

Olimpiadi invernali 2026, la storia della candidatura Milano-Cortina

Le olimpiadi invernali del 2026 sbarcheranno dunque in Italia a venti anni esatti da quelle andate in scena a Torino. Che è la grande assente di questa festa. Forse non tutti ricorderanno, infatti, la storia della candidatura di Milano e Cortina che era iniziata con premesse diverse.

Le città che avevano manifestato l’interesse per ospitare le gare olimpiche erano tre. La terza era proprio il capoluogo piemontese che poi ha ritirato la propria candidatura per ragioni politiche. Che hanno scatenato tante polemiche. E che dopo la vittoria finale si configura sempre di più come una beffa.

Come verrà organizzata l’Olimpiade invernale del 2026

Come verrà allora organizzata l’Olimpiade invernale del 2026 che andrà in scena nel 2026? Ovviamente non è possibile ancora spingersi oltre quelle che sono semplici informazioni di carattere generale. Ogni previsione sarebbe ancora prematura.

Ma qualche numero interessante è contenuto nel dossier italiano che parla di circa 1,3 miliardi di euro di spesa, di cui 900 milioni provenienti dal CIO mentre altri trecento quaranta milioni dovrebbero essere investiti per la creazione e il potenziamento di infrastrutture e strade di collegamento.

A questi bisogna aggiungere i ricavi per la vendita dei biglietti e dei diritti tv.

Leggi anche

Invalidità per mal di schiena, regole per richiedere. Quando si può e diritti

Mai sottovalutare il mal di schiena sia perché da semplice dolore temporaneo può trasformarsi in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *