Home / Calcio / Il Milan trionfa nella Supercoppa Italiana: Juve battuta ai rigori

Il Milan trionfa nella Supercoppa Italiana: Juve battuta ai rigori

Strepitoso e meritato successo del Milan che si aggiudica, per la settima volta nella propria storia, la Supercoppa italiana, sconfiggendo contro ogni pronostico la corazzata Juventus. Eppure erano stati i bianconeri a dominare la prima parte di gara, schiacciando i rossoneri nella propria metà campo e sfiorando la rete a ripetizione con Mandzukic e Sturaro.

I bianconeri passano al 20′ con Chiellini che di testa incorna perfettamente un angolo battuto da Pjanic. Il Milan non va al tappeto, anzi, dopo aver subito il gol si ridesta immediatamente, ribattendo colpo su colpo agli avversari. La Juve perde Alex Sandro per infortunio, e cala progressivamente col trascorrere del tempo, lasciando la scena ai rossoneri che prima sfiorano il pari con Bacca e poi trovano il pari con Bonaventura, che di testa beffa Buffon su un assist perfetto di Suso.

Nella ripresa il Milan riparte come aveva finito il primo tempo, correndo di più degli avversari e arrivando per primo su ogni pallone. La Juventus fa fatica e per poco non va sotto su un colpo di testa di Romagnoli che si spegne sulla traversa. Entra in campo Dybala per un Pjanic anonimo, e l’argentino prova subito a scaldare le mani di Donnarumma, prima con un tiro di poco fuori e poi impegnando l’estremo difensore, costretto ad una doppia parata.

Si va ai supplementari con l’impressione che il Milan abbia più birra in corpo. Bacca e Dybala hanno le occasioni più clamorose per chiudere la gara, ma entrambi falliscono il bersaglio di un soffio. E’ la lotteria dei rigori a decidere la contesa. Buffon strega Lapadula e Mandzukic spedisce sopra la traversa. Al quinto rigore, Dybala si fa respingere la conclusione angolata. Tocca a Pasalic siglare il penalty decisivo che regala il trofeo ai rossoneri. Un successo che corona nel migliore dei modi, l’epopea di Berlusconi alla guida del Milan, proprio all’approssimarsi del closing che trasferirà la proprietà alla cordata cinese. Un successo indubbiamente meritato che premia la caparbietà e la superiore condizione fisica dei rossoneri.

About Redazione

Check Also

infantino

Infantino corteggia Buffon: ‘Se smette di giocare, vado a prenderlo di persona per portarlo alla Fifa’

Gianni Infantino, il presidente della Fifa, non si capacita ancora della clamorosa eliminazione dell’Italia dal …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *