Home / Calcio / Il Milan respira aria d’alta classifica: sconfitta la Lazio per 2-0
Carlos Bacca

Il Milan respira aria d’alta classifica: sconfitta la Lazio per 2-0

La Lazio per l’ennesima volta torna a San Siro a mani vuote contro un Milan ben organizzato, che ha saputo colpire nei momenti decisivi con Bacca e Niang (su calcio di rigore) e adesso respira aria di vertice in classfica, affiancando la Juventus al secondo posto con 9 punti. Un risultato, per la verità, eccessivo per i rossoneri, tenuto conto che la Lazio che per lunghi tratti ha tenuto in mano le redini del centrocampo, sprecando alcune ghiotte occasioni.

Un match giocato a viso aperto dalle due squadre, con continui cambi di fronte e occasioni dall’una e dall’altra parte. Al 37′ l’attaccante colombiano Bacca sfrutta al meglio un assist di Kucka, che approfitta di una ingenuità di Parolo, e batte il debuttante Strakosha, a tu per tu. Il primo tempo si chiude con Bonaventura che spreca due palle gol da posizione propizia.

Nel secondo tempo Inzaghi inserisce Keita e Felipe Anderson, ma la sua Lazio continua a regalare palle gol ai rossoneri. Niang manda a lato a porta sguarnita ma ha modo di rifarsi pochi minuti dopo. Al 74′ Radu tocca con la mano in area e l’arbitro non può fare altro che assegnare il rigore che Niang trasforma impeccabilmente. Nel finale la Lazio chiude in 10 per l’infortunio di Basta. Il triplice fischio dell’arbitro manda in archivio il match. I tifosi rossoneri tornano a sorridere, respirando aria d’alta classifica in attesa delle gare di oggi.

Tabellino Milan-Lazio

MARCATORE: Bacca al 37′ p.t.; Niang al 28′ s.t. su rigore
MILAN (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Paletta, Romagnoli, De Sciglio; Kucka, Montolivo, Bonaventura (dal 37’ s.t. Honda); Suso (dal 23’ s.t. Locatelli), Bacca (dal 42’ s.t. Gomez), Niang. (Gabriel, Ely, Abate, Vangioni, Poli, Sosa, Pasalic, Luiz Adriano, Lapadula). All. Montella.
LAZIO (3-4-1-2): Strakosha; Bastos (dal 1’ s.t. Keita), De Vrij, Radu; Basta, Parolo, Cataldi (dal 32’ s.t. Luis Alberto), Lulic; Milinkovic; Djordjevic (dal 1’ s.t. Felipe Anderson), Immobile. (Vargic, Hoedt, Wallace, Patric, Lukaku, Murgia, Leitner, Lombardi). All. Inzaghi.
ARBITRO: Massa di Imperia
NOTE: spettatori 26.464;Ammoniti Calabria (M) per gioco scorretto; Bastos, Radu e De Vrij (L) per gioco scorretto, Cataldi (L) per proteste. Tiri in porta 8-4. Tiri fuori 5-10. In fuorigioco 1-2. Angoli 3-6.

About Redazione

Check Also

Calciomercato Juventus, Morata si avvicina: pranzo a Milano con Paratici

La Juventus e Alvaro Morata sono destinati a riabbracciarsi due anni dopo la partenza verso …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *