Home / Calcio / La moviola di Settimanasportiva: doppio errore di Rizzoli, manca un rigore al Milan
moviola

La moviola di Settimanasportiva: doppio errore di Rizzoli, manca un rigore al Milan

I casi di moviola della nona giornata sono davvero tanti, cosi come abbondano gli errori arbitrali decisivi spesso condizionati da alcune scelte malsane suggerite dagli addizionali. Su tutti pesa nella corsa verso lo scudetto l’errore di Rizzoli in Milan-Juventus, condizionato dal suo addizionale, che ha annullato una rete regolare ai bianconeri. Ma vediamo nei particolari i singoli episodi di moviola, partita per partita:

MILAN-JUVENTUS 1-0 – Rizzoli di Bologna

Clamoroso l’errore di Rizzoli sulla rete non convalidata a Pjanic. Il bosniaco calcia una punzione dai venti metri, il pallone termina in rete dopo un tentato intervento di Bonucci di spedire a rete. L’arbitro prima convalida, poi, richiamato da Cariolato (che inizialmente non aveva segnalato nulla) decide di annullare per la posizione irregolare e influente di Bonucci. In realtà il centrale della nazionale parte in posizione regolare. Il gol era da convalidare. Al 32′ della ripresa Hernanes trattiene vistosamente Romagnoli in area, ma Rizzoli sorvola. Il rigore poteva starci.

ATALANTA-INTER 2-1 — Doveri di Roma

Nessun dubbio sulla sanzionabilità dell’intervento di Santon su Kessiè. Il fallo in scivolata è tanto evidente quanto ingenuo, soprattutto perchè commesso a pochi minuti dal termine. Nel primo tempo l’arbitro Doveri non si accorge di una manata di Medel a Kurtic in mezzo al campo, che avrebbe meritato il cartellino rosso. Il rischio della prova tv è reale.

BOLOGNA-SASSUOLO 1-1 — Irrati di Pistoia

Il Bologna ha reclamato per i due gol annullati per offside. Ma la decisione dell’arbitro toscano appare ineccepibile. Sia Krejci che Torosidis sono in chiara posizione di fuorigioco.

CAGLIARI-FIORENTINA 3-5 — Russo di Nola

Tante reti ma pochi episodi da moviola. Tante, ma infondate, le proteste del Cagliari sul primo gol di Kalinic. L’attaccante croato è tenuto in gioco da Salomon al momento del cross di Tello.

CROTONE-NAPOLI 1-2 — Mazzoleni di Bergamo

Giusta l’espulsione di Gabbiadini che rifila un calcione a Ferrari dopo aver subito un fallo meritevole di giallo. Nel secondo tempo è chiara la trattenuta in area di Hysaj ai danni di Falcinelli, ma Mazzoleni decide per lasciar correre.

EMPOLI-CHIEVO 0-0 — Maresca di Napoli

L’unico episodio controverso è il gol fantasma di Gamberini. Sul colpo di testa, Skorupskj respinge al di qua della linea secondo la goal line tecnology e quindi il gol non viene concesso. Giusti i due gialli che determinano l’espulsione di Castro.

TORINO-LAZIO 2-2 — Giacomelli di Trieste

Difficile e controversa la decisione sul penalty assegnato al Torino a tempo scaduto. La conclusione di Ljajic finisce sul braccio di Parolo ma è difficile stabilirne la volontarietà. La distanza breve farebbe propendere per l’involontarietà ma il braccio è leggermente staccato dal corpo. Se l’arbitro avesse optato per lasciar proseguire non sarebbe stato di certo uno scandalo. Ma una volta assegnato il penalty, Giacomelli avrebbe dovuto sventolare il secondo giallo a Parolo, espellendolo.

UDINESE-PESCARA 3-1 — Rocchi di Firenze

Assolutamente condivisibile la scelta di Rocchi che concede due rigori sacrosanti ai friulani.

Leggi anche

Milan Juventus pronostico, probabili formazioni, streaming e orario tv

La presentazione di Milan Juventus, il big match che si giocherà a San Siro domenica …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *