Home / Calcio / La Juventus indenne contro una grande Fiorentina: scudetto a un passo

La Juventus indenne contro una grande Fiorentina: scudetto a un passo

La Juventus non si piega di fronte alla migliore Fiorentina del girone di ritorno, e alla fine prosegue la striscia infinita di vittorie superando i viola al Franchi per 2-1. Viola determinati e in palla, che dominano il possesso e creano occasioni a ripetizione nella prima frazione di gioco. Trovano anche il vantaggio con Bernardeschi, ma il disastroso arbitro Tagliavento annulla per un fuorigioco che le immagini dicono chiaramente non esserci. La Juventus si difende e colpisce nel momento migliore dei viola con Mandzukic che sfrutta al meglio un assist di Pogba di testa, Nel finale è Alonso che spreca una occasione propizia a pochi passi da Buffon, e nella circostanza Tagliavento non vede un’evidente trattenuta ai danni dello stesso spagnolo in area.

Nella ripresa è Pogba che si divora il 2-0 tutto solo davanti a Tatarusanu, bucando la disattenta difesa viola. Prosegue la pressione dei viola con Kalinic che spreca una buona occasione davanti a Buffon, ma si rifà pochi minuti dopo sfruttando un’incertezza di Bonucci e perforando Buffon dalla distanza. Neanche il tempo di esultare, e la Juventus torna avanti con Morata che si ritrova sui piedi la palla del facile tap in, dopo un flipper in area di rigore. Ma non è finita qui, la Fiorentina si procura un discutibile rigore che Kalinic trova il modo di sprecare, con la conclusione angolata che viene neutralizzata da Buffon con una incredibile parata.

Finisce con la Juventus che esulta, e la Fiorentina che si rammarica per le troppe occasioni sprecate e alcune disattenzioni difensive pagate a caro prezzo. Pessima la direzione arbitrale di Tagliavento che annullando la rete di Bernardeschi, ha condizionato l’esito del match.

About Redazione

Check Also

La lettera di Buffon ai tifosi della Juventus: ‘Siete stati la mia famiglia’

Stasera le strade di Gigi Buffon e della Juventus si separeranno per sempre. Una storia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *