Home / Calcio / Juventus Inter, la rivalità si trasferisce al calciomercato. Nerazzurri beffati su Lukaku
Romelo Lukaku è della Juventus, beffata l'Inter

Juventus Inter, la rivalità si trasferisce al calciomercato. Nerazzurri beffati su Lukaku

Non si capisce se è più una prova di forza per depotenziare le convinzioni dell’avversario. Oppure una normale operazione di mercato. Di certo lo scontro tra Juventus ed Inter, da sempre molto acceso in campo, sta proseguendo anche ora che il campionato è fermo ai nastri di partenza. La pugna però prosegue e si trasferisce anche al di fuori del rettangolo verde. Quando le porte sono quelle scorrevoli di una hall di qualche albergo importante.

A Milano, o all’estero chi lo sa. Di certo il calciomercato ha acceso le estati dei tifosi delle squadre di calcio italiane, stanchi di aspettare e pronti ad abbandonarsi a qualsiasi anchorman in vena di previsioni, o più probabilmente a caccia della notorietà più spicciola. L’importante è conoscere prima degli altri l’ultimo colpo di mercato della propria squadra del cuore.

Alvaro Recoba, uruguaiano come Cavani, è stato il pupillo di Massimo Moratti durante gli anni vissuti all’Inter

Poi non importa se la notizia corrisponda anche alla realtà. E così i tifosi dell’Inter sono stati beffati e hanno assaggiato la delusione propria dell’amante che improvvisamente scopre di avere a fianco il cattivo invece del principe azzurro. I nerazzurri hanno dovuto dire addio al sogno Lukaku. E con Icardi in partenza Conte avrà già i primi grattacapi da risolvere.

Calciomercato, l’Inter beffata dalla Juventus su Lukaku

Una notizia ha squarciato il velo del calciomercato italiano: la Juventus, che non sembra proprio volersi accontentare del gap accumulato in questi anni dove in Italia praticamente è stata imbattibile e spesso imbattuta, ha soffiato Lukaku all’Inter. Una prova di forza che assume tinte ancora più interessanti se la si guarda con la lente del duo Paratici-Marotta.

Un tempo amici e alleati, adesso nemici con il coltello tra i denti. L’Inter dunque è stata beffata, ma Marotta non ha accettato passivamente la sconfitta. Anzi i riflettori sono stati puntati subito su Dzeko, autore di 87 reti nelle 179 partite ufficiali con la Roma, non un pischello qualsiasi insomma.

Il bosniaco sarebbe un compagno ideale per l’altra suggestione che sta riempiendo il cielo della Roma giallorossa in queste ore: Edinson Cavani. I due formerebbero una coppia interscambiabile e duttile. Unico problema, l’età: Dzeko ha 33 anni e Cavani 32.

L’Inter parlerà uruguaiano?

Quel che è certo è che l’Inter del prossimo anno potrebbe parlare uruguaiano. Con l’arrivo di Godin la pattuglia sudamericana è attualmente composta da due calciatori (l’altro è Vecino). L’arrivo del Matador creerebbe le condizioni per un’Inter a trazione uruguaiana. E a giovarne sarebbe anche lo spogliatoio nerazzurro che potrebbe annoverare al proprio interno non solo un calciatore dalle spiccate doti realizzative.

Ma anche in leader e un uomo di esperienza. Cavani sarebbe il 25° uruguaiano della storia dell’Inter. Un rapporto duraturo e stabile, condito da poche delusioni e molte, molte gioie.

Come non ricordare l’affetto che il presidente Massimo Moratti nutriva nei confronti di Alvaro Recoba che pur militando in un’Inter che stava ponendo le basi per diventare la squadra capace di conquistare il Triplete, è rimasto nel cuore di tutta la tifoseria.

Leggi anche

Marotta insiste con Dybala, nel mirino c’è sempre Lukaku

La battaglia tra Juventus ed Inter che nell’attesa di trasferirsi sui campi di gioco prosegue …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *