Home / Calcio / Infantino corteggia Buffon: ‘Se smette di giocare, vado a prenderlo di persona per portarlo alla Fifa’
infantino

Infantino corteggia Buffon: ‘Se smette di giocare, vado a prenderlo di persona per portarlo alla Fifa’

Gianni Infantino, il presidente della Fifa, non si capacita ancora della clamorosa eliminazione dell’Italia dal Mondiale. Il numero uno del calcio si è confessato in una intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport nella quale ha parlato a 360 gradi della crisi della nazionale azzurra ma anche di Buffon, ormai vicino al tramonto della carriera. Secondo Infantino, i segnali della clamorosa uscita dell’Italia c’erano già tutti: ‘Da tempo c’erano segnali in questo senso. Poi il tiro di Darmian contro la Svezia poteva entrare, invece di prendere il palo, ma avrebbe solo nascosto i problemi. L’Italia era la prima al mondo per organizzazione, club, formazione, strutture, alimentazione, tattica. In tutto. Ma gli altri non sono rimasti a guardare, mentre noi abbiamo dimenticato che, senza il lavoro, il talento non basta. Quanti giovani passano in prima squadra?’.

Sull’uso del Var anche al mondiale di Russia 2018, Infantino si dichiara possibilista: ‘Decide l’Ifab a marzo, ma la raccomandazione è stata forte. Ero scettico due anni fa, quando la proposi, subito dopo l’elezione. Ma allo stesso tempo, essendo cresciuto a pane e Gazzetta, e ricordando tutte le polemiche, mi sono detto: “Se non proviamo”… Non si torna indietro, è stata una rivoluzione’.

Poi torna a parlare della delusione azzurra. ‘Mi sarebbe piaciuto consegnare la coppa Fifa a Buffon, se dovesse smettere di giocare mi piacerebbe averlo alla Fifa. Vado a prenderlo di persona’.

About Redazione

Check Also

Polemiche Fiorentina-Juventus, Salica: ‘Faremo chiarezza con l’aiuto di altre società’

Il vicepresidente della Fiorentina, Gino Salica, intervenuto ai microfoni di Italia 7 è tornato a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *