Home / Calcio / Immobile tira l’Italia fuori dall’incubo: battuta la Macedonia per 3-2
immobile

Immobile tira l’Italia fuori dall’incubo: battuta la Macedonia per 3-2

Grazie ad una doppietta di Ciro Immobile nell’ultimo quarto d’ora, la nazionale azzurra supera la Macedonia e tiene il passo della Spagna (che ha battuto l’Albania) nel girone di qualificazione a Russia 2018. L’attaccante napoletano è l’uomo della provvidenza per la squadra di Ventura che si porta in vantaggio nella prima frazione con un acuto di Belotti che approfitta di una disattenzione della difesa macedone per portare avanti gli azzurri.

Ma i macedoni sono tutt’altro che una squadra materanno, e provano a mettere in ambasce la difesa azzurra con Pandev che coglie una clamorosa traversa. L’inizio della ripresa è un incubo per gli azzurri che in due minuti si vedono ribaltato il punteggio grazie ad uno due mortifero che porta la firma di Nestorovskj e Hasani che approfittano di alcune dormite della retroguardia italiana per portare in vantaggio la propria nazionale. I macedoni avrebbero anche la palla del 3-1 ma Buffon salva su un colpo di testa a botta sicura di Mojsov.

Con l’entrata in campo di Sansone, la nazionale azzurra trova maggiore incisività in attacco e la Macedonia è costretta a chiudersi in difesa. Gli azzurri attaccano a testa bassa e trovano il pareggio con Immobile che devia in rete un traversone di Candreva. Parolo trova la rete del 3-2 ma l’arbitro annulla per una posizione di fuorigioco inesistente. Ma gli azzurri si rifanno in pieno recupero ancora con Immobile che di testa appoggia in rete un traversone di Candreva, ancora una volta uomo assit impeccabile. Esplode la gioia incontenibile della panchina azzurra, ma quanta fatica per una Italia pasticciona e ancora incline a grandi cali di tensione che sarebbero potuti costare caro.

Leggi anche

Genoa Napoli pronostico, streaming, orario tv e probabili formazioni

La presentazione di Genoa Napoli, la sfida della 12.ma giornata di campionato in programma allo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *