Home / Calciomercato / Fiorentina, ecco i possibili scenari dopo l’addio a Babacar
Napoli's Italian forward Manolo Gabbiadini scores a penalty during the Italian Serie A football match SSC Napoli vs Bologna FC on April 19, 2016 at the San Paolo stadium in Naples. / AFP / CARLO HERMANN (Photo credit should read CARLO HERMANN/AFP/Getty Images)

Fiorentina, ecco i possibili scenari dopo l’addio a Babacar

La ricerca di una punta rapida e dalle grandi doti tecniche da affiancare al croato Kalinic, sarà uno degli obiettivi di mercato della Fiorentina anche in previsione dell’imminente cessione di Babacar, ormai scaricato da Sousa. Il primo nome in cima alla lista della dirigenza viola – secondo l’edizione odierna del Mattino – è quella dell’attaccante del Napoli, Manolo Gabbiadini, in procinto di dire addio alla squadra di Sarri nelle prossime settimane. La valutazione del giocatore è piuttosto alta, ma la forte delusione del calciatore per la scarsa considerazione del tecnico Sarri, e la sua voglia di giocare titolare in un club importante potrebbero limare le richieste della dirigenza partenopea.

Il Napoli, negli ultimi giorni, ha rafforzato il proprio interesse per il bomber del Pescara, Gianluca Lapadula, autentica rivelazione del campionato di serie B e attaccante dagli enormi mezzi tecnici e dalle potenzialità incredibili. L’arrivo di Lapadula, potrebbe togliere ulteriore spazio a Gabbiadini, rendendo quasi scontata l’imminente cessione del giocatore. Nonostante lo scarso impiego, Gabbiadini ha siglato 20 reti nelle due stagioni in maglia azzurra, di cui 6 reti in Europa League. Nei prossimi giorni i due club dovrebbero sedersi attorno a un tavolo per discutere sul futuro dell’attaccante. La Fiorentina, intanto, sta per cedere Babacar che potrebbe accasarsi in Premier League, dove ha molta richiesta.

About Redazione

Check Also

Inter, altro colpo in arrivo: Ilicic sta per firmare, pronte le visite

Josip Ilicic, il trequartista sloveno in forza all’Atalanta sta per diventare un nuovo giocatore dell’Inter. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *