Home / Formula 1 / Ecclestone vuole ridurre i bonus alla Ferrari: ‘Dal 2020 si cambia’

Ecclestone vuole ridurre i bonus alla Ferrari: ‘Dal 2020 si cambia’

Bernie Ecclestone, il boss della Formula Uno, potrebbe rivedere la spartizione dei contributi ai team rivoluzionando il sistema che al momento premierebbe le scuderie più prestigiose come Ferrari, Red Bull, McLaren e Mercedes. La Ferrari, che attualmente riceve oltre 90 milioni di euro solo per la presenza potrebbe vedersi ridurre i contributi elargiti dalla Fia.

La divisione iniqua di questi contributi sono stati in passato il vero pomo della discordia tra i vari team e oggetto di proteste ufficiali da parte delle piccole scuderie penalizzate dai minori introiti. In passato Sauber e Force India si erano resi protagonisti di una denuncia all’Ue che ancora non ha avuto alcun riscontro. Dopo il 2020 il sistema potrebbe essere totalmente riformato in senso più democratico.

‘Ho intenzione – ha dichiarato Ecclestone al ‘The Times’ – di dare un’occhiata a come funzionano le cose per vedere se è possibile attuare qualcosa di più equo per tutte le squadre’. Si starebbe meditando ad un sistema mutuato dalla Premier League, che spartirebbe i proventi in parti quasi uguali, non penalizzando la meritocrazia. ‘La Premier League ha un buon metodo per distribuire il denaro, che forse potremmo adottare anche noi. Ci saranno persone contente e altre no e ci sarà anche chi ne soffrirà’.

Leggi anche

ferrari

Gp Sochi 2018 Formula Uno, orario tv, streaming, diretta F1, domenica 30 settembre

La presentazione del Gp Sochi 2018 di Formula Uno, con gli orari e il programma …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *