Home / Calcio / Con Corvino parte la rivoluzione viola: Batistuta o Jorgensen nei quadri dirigenziali

Con Corvino parte la rivoluzione viola: Batistuta o Jorgensen nei quadri dirigenziali

Pantaleo Corvino torna a Firenze nella veste di condottiero di un nuovo ciclo come avvenne già nell’estate del 2005 quando lasciò Lecce per approdare in riva all’Arno ottenendo una notevole quantità di risultati positivi. La sua Fiorentina centrò per ben 3 volte il quarto posto in classifica (che allora valeva la Champions League) mentre in Europa riuscì ad ottenere un ottavo di Champions (perso in modo rocambolesco contro il Bayern) e una semifinale di Coppa Uefa.

Nelle prossime ore verrà ufficializzata la propria nomina come direttore sportivo al posto dell’uscente Daniele Pradè che starebbe per accasarsi a Udine. Il nuovo corso della Fiorentina sarà caratterizzata anche da una nuova figura manageriale appannaggio sicuramente di una vecchia gloria del calcio viola. In cima alla lista dei desiderata dei Della Valle ci sarebbe il nome di Gabriel Batistuta, in predicato di svolgere il ruolo di club-manager, anche se nelle ultime ore sono salite le quotazioni di Martin Jorgensen, persona molto stimata da Corvino e dotata di grande carisma.

Il ds salentino potrebbe portare con se da Bologna, Emanuele Giaccherini e il promettente difensore Oikonomou, considerato uno degli astri emergenti del nostro calcio. Vicinissimo al ritorno a Firenze ci sarebbe anche l’attaccante serbo Adem Ljajic che proprio Corvino portò a Firenze nel 2009, pagando 6,5 milioni di euro al Partizan Belgrado.

About Redazione

Check Also

Calciomercato Juventus, Morata si avvicina: pranzo a Milano con Paratici

La Juventus e Alvaro Morata sono destinati a riabbracciarsi due anni dopo la partenza verso …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *