Home / Calcio / Champions League, il Real Madrid ancora sul tetto d’Europa: Liverpool ko in finale

Champions League, il Real Madrid ancora sul tetto d’Europa: Liverpool ko in finale

Il Real Madrid alza la sua tredicesima Coppa dei Campioni della sua storia, la terza consecutiva, battendo per 3-1 il Liverpool nel monumentale stadio di Kiev, grazie ad una prova superlativa di Bale nella ripresa e agli errori, tanto marchiani quanto decisivi, dell’estremo difensore dei Reds, Karius. Una sfida equilibrata per un tempo, che si è accesa in una ripresa dove non sono mancati colpi di scena a ripetizione, nella quale le merengues sono riuscite a fare breccia sugli evidenti limiti difensivi avversari e sulla serata ‘no’ di Karius, vero protagonista in negativo della finale.

La squadra di Klopp, oltre che dagli errori del portiere, è stata anche penalizzata dall’infortunio occorso a Salah, uno dei protagonisti più attesi, che ha dovuto abbandonare il rettangolo di gioco alla mezzora. Dopo un primo tempo avaro di emozioni, la ripresa ha visto gli spagnolo passare in vantaggio con Benzema, che approfitta di un rinvio maldestro di Karius per arpionare il pallone e depositarlo beffardamente in rete. Quattro minuti dopo, la furia dei Reds, si concretizza nella rete del pari siglata dall’instancabile Manè, che è più lesto di tutti a mettere la sfera alle spalle di un incerto Navas. Zidane si gioca la carta Bale (che ha preso il posto di un impalpabile Isco), indovinando la mossa vincente. Il gallese, appena tre minuti dopo l’ingresso in campo si esibisce in una sforbiciata al limite della perfezione, arpionando un traversone di Marcelo, insaccando sotto la traversa.

Questa volta però, la reazione dei Reds è sterile e il Real Madrid mette in ghiacciaia il trofeo approfittando ancora di una topica di Karius che non trattiene una conclusione di Bale dai 25 metri. Il 3-1 chiude i conti e fa felici gli oltre 20 mila tifosi madrileni presenti a Kiev. Le lacrime di Karius, a fine partita, rappresentano al meglio la delusione dei Reds, le cui ambizioni si sono infrante contro la classe di Bale ma soprattutto contro le troppe incertezze del proprio portiere.

REAL MADRID-LIVERPOOL 3-1
(primo tempo 0-0)

MARCATORI: Benzema (R) al 6′, Mané (L) al 10′, Bale (R) al 19′ e al 38′ s.t.

REAL MADRID (4-3-1-2): Navas; Carvajal (dal 36′ p.t. Nacho), Varane, Ramos, Marcelo; Modric, Casemiro, Kroos; Isco (dal 16′ s.t. Bale); Ronaldo, Benzema (dal 43′ s.t. Asensio). (Casilla, Theo, Vazquez, Kovacic). All. Zidane.

LIVERPOOL (4-3-3): Karius; Alexander-Arnold, Lovren, Van Dijk, Robertson; Wijnaldum, Henderson, Milner (dal 38′ s.t. Emre Can); Salah (dal 31′ p.t. Lallana), Firmino, Mané. (Mignolet, Clyne, Klavan, Moreno, Solanke). All. Klopp.

ARBITRO: Mazic (Ser).

NOTE: ammoniti Mané (L) per gioco scorretto.

Leggi anche

Liverpool Napoli streaming, probabili formazioni, pronostico e orario tv

La presentazione di Liverpool Napoli, il match della sesta e ultima giornata della fase a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *